I migliori smart speaker con Alexa, Siri e l’Assistente Google

Gli smart speaker con assistente vocale stanno diventando sempre più popolari, e non è difficile capire il perché. Offrono un’ampia gamma di possibilità, in grado di gestire molte attività diverse. Sia che tu voglia attivare altri dispositivi connessi, ascoltare la tua musica preferita su Spotify o Deezer, seguire una ricetta di cucina mentre la leggi ad alta voce, o semplicemente controllare la temperatura della stanza, la loro utilità è in continua crescita.

Gli assistenti personali intelligenti sono diventati estremamente evoluti e sofisticati

Da Cortana di Microsoft ad Alexa di Amazon, da Siri di Apple a Google Assistant, gli assistenti vocali sono ora in grado di gestire richieste sempre più numerose e complesse. Oltre alle funzionalità interne del tuo dispositivo e dell’ecosistema del brand, gli assistenti possono anche controllare i dispositivi multimediali, le luci e persino l’aspirapolvere nella tua casa connessa. In breve, gli assistenti personali stanno diventando il fulcro di un’ampia gamma di dispositivi, rendendo la tua casa sempre più intelligente e connessa.

L’altoparlante intelligente, noto anche come smart speaker, si posiziona nel tuo soggiorno per garantirti sempre il controllo vocale, ma anche e soprattutto per offrirti una vasta gamma di funzionalità. Puoi chiedergli di riprodurre la tua canzone preferita, una ricetta di cucina, una storia per i tuoi bambini o di effettuare una chiamata. Oltre alle funzioni standard e agli assistenti vocali, la qualità audio dello smart speaker è altrettanto importante, così come il suo design.

1. Amazon Echo 4: il miglior rapporto qualità-prezzo

Offerta
Echo (4ª generazione) | Altoparlante intelligente Wi-Fi e Bluetooth, suono di qualità premium, con Dolby, hub per Casa Intelligente e Alexa | Antracite
  • SUONO DI QUALITÀ PREMIUM - Echo ti offre alti nitidi, medi dinamici e bassi profondi, per un suono ricco e...
  • CONTROLLA LA MUSICA CON LA TUA VOCE - Ascolta brani in streaming da Amazon Music, Apple Music, Spotify, Deezer e...
  • DARE VITA ALLA TUA CASA INTELLIGENTE È SEMPLICE – Con l'hub integrato, è facile configurare i dispositivi...

Amazon Echo 4 rappresenta una svolta per gli altoparlanti Echo ed Echo Dot, abbandonando il design tubolare per un nuovo aspetto sferico. Nonostante le dimensioni maggiori rispetto al modello precedente, la qualità costruttiva, il grip e la cattura vocale rimangono invariati. La rilevazione della voce dell’utente funziona bene anche in condizioni non perfette, tuttavia ci sono alcune lacune sulla parola-risveglio di “Alexa” che possono risultare fastidiose.

L’audio di Echo 4, grazie a un woofer da 76 mm e due tweeter da 20 mm, offre prestazioni audio oneste, senza le distorsioni e gli sbilanciamenti dei modelli precedenti. L’estensione dei bassi è particolarmente interessante, con una bella base e bassi profondi per un altoparlante di queste dimensioni. La potenza disponibile non è eccezionale, ma sufficiente per trasmettere musica di sottofondo in una stanza di buone dimensioni.

Il dispositivo funziona tramite Wi-Fi dual-band, compatibile con reti 802.11 a/b/g/n/ac da 2,4 e 5 GHz. Inoltre, il dispositivo può essere utilizzato come hub domestico intelligente grazie alla compatibilità con Bluetooth Low Energy Mesh, Zigbee, controller Matter e Thread Border Router. La connessione Bluetooth consente lo streaming di contenuti audio dal tuo dispositivo mobile ad Echo o da Echo a un altoparlante Bluetooth.

Amazon Echo 4 offre prestazioni decenti, una riproduzione del suono dignitosa e una cattura vocale di buona qualità. Se si cerca il miglior altoparlante intelligente sotto i 100 euro, indipendentemente dall’assistente di bordo, Amazon Echo 4 è probabilmente la scelta migliore. Se invece vuoi un altoparlante più potente, Google Nest Audio potrebbe fare al caso tuo.

Pro

  • Qualità audio
  • Servizi connessi
  • Compatibilità ZigBee
  • Funzioni di riconoscimento vocale

Contro

  • Disegno del pulsante
  • Nessuna visualizzazione
  • Impossibile creare un impianto stereo con un vecchio Echo

2. Apple HomePod Mini: il miglior altoparlante per l’ambiente Apple

Apple HomePod mini è un altoparlante intelligente compatto ma potente che offre una vasta gamma di funzionalità. È l’ideale per gli utenti Apple che desiderano un prodotto che si integri perfettamente con il loro ecosistema. L’HomePod mini è dotato dell’assistente vocale Siri, che può eseguire comandi vocali, controllare i dispositivi intelligenti della casa e rispondere alle domande degli utenti. Inoltre, può eseguire lo streaming di musica e altri supporti audio direttamente dal tuo iPhone o da servizi come Apple Music.

Uno dei punti di forza dell’HomePod mini è la sua dimensione compatta. Con un design simile a una palla da softball, l’altoparlante è facile da posizionare in qualsiasi stanza della casa. Inoltre, è rivestito in tessuto a rete che, sebbene si macchi facilmente, offre una sensazione tattile piacevole. La costruzione dell’altoparlante è solida e può resistere a cadute accidentali.

L’Apple HomePod mini è facile da usare grazie all’attivazione vocale “Ehi, Siri”. Basta chiedere a Siri di eseguire qualsiasi comando, dalla riproduzione di musica alla gestione delle notizie, e l’altoparlante farà il resto. Il touchpad sul dispositivo può essere utilizzato anche come pannello di controllo se preferisci interagire manualmente con l’HomePod mini.

Una funzionalità interessante dell’HomePod mini è la possibilità di abbinare più altoparlanti per la riproduzione stereo o l’audio multi-room. Questo significa che puoi diffondere la musica in tutta la casa in modo sincronizzato. Inoltre, l’altoparlante può essere utilizzato per inviare messaggi intercom a stanze specifiche o a tutte le stanze della casa.

Sebbene l’HomePod mini sia un prodotto eccellente, ci sono alcune limitazioni da tenere in considerazione. Ad esempio, per utilizzare l’altoparlante, è necessario avere un iPhone, il che lo rende inaccessibile a coloro che non utilizzano prodotti Apple. Inoltre, non è possibile connettersi a un HomePod mini tramite Bluetooth, il che potrebbe essere un problema per alcuni utenti.

L’Apple HomePod mini è un ottimo prodotto per gli utenti Apple che cercano un altoparlante intelligente compatto e potente. L’assistente vocale Siri è facile da usare, e l’altoparlante offre una vasta gamma di funzionalità, tra cui la riproduzione di musica e la gestione della casa intelligente. Nonostante alcune limitazioni, l’HomePod mini è un prodotto altamente raccomandato per chi cerca un’esperienza audio di alta qualità. Con un prezzo di soli 99 euro, vale la pena considerare l’acquisto di questo altoparlante intelligente.

Pro

  • Design e fabbricazione impeccabili
  • Suono potente e ben bilanciato
  • Ideale per la domotica
  • Può distinguere le voci di persone diverse

Contro

  • Riservato solo ai possessori di iPhone
  • Ecosistema ancora chiuso
  • Siri ha ancora seri progressi da fare
  • Mancanza di connessione cablata e bluetooth

3. Sonos One: lo smart speaker con la migliore connessione

Sonos One Generazione 2 Smart Speaker Altoparlante Wi-Fi Intelligente, con Alexa integrata, AirPlay e Google Assistant, Bianco
  • Lasciati sorprendere dall'audio intenso e coinvolgente di uno smart speaker di seconda generazione con controllo...
  • Controllo vocale con Amazon Alexa, AirPlay e Google Assistant
  • Disponibile in eleganti versioni nere o bianche, con finitura opaca liscia e griglia in metallo resistente per un...

Il Sonos One è un altoparlante intelligente che unisce la semplicità del controllo vocale con il sistema musicale wireless multi-room di Sonos. Grazie ai microfoni integrati, l’assistente Alexa e l’Assistente Google ti consentono di controllare la tua musica e molto altro a mani libere. Il Sonos One è disponibile solo in bianco o nero, ma il design è solido e senza fronzoli. Anche se è un altoparlante solo Wi-Fi, il supporto di Apple Airplay 2 consente di utilizzare l’app Apple Music e di raggruppare Sonos One con altri altoparlanti Airplay 2 in una configurazione multi-room. Il prezzo è lo stesso del Play:1, ma con il controllo vocale incluso. Se possiedi già un sistema Sonos, puoi aggiungere il controllo vocale di Alexa semplicemente acquistando un dispositivo Amazon Echo. In generale, il Sonos One è un’offerta allettante per chi cerca un altoparlante intelligente di alta qualità.

Pro

  • Rapporto qualità-prezzo
  • Assistente Amazon Alexa / Google integrato
  • Apple Music, Pandora, Spotify, YouTube integrati
  • Qualità del suono
  • Sonos Trueplay
  • Struttura resistente all’umidità

Contro

  • Nessun ingresso ausiliario
  • Raccoglie le impronte digitali
  • Processo di installazione contorto

4. Google Nest Audio: il miglior speaker di Google

Google Nest Audio è uno smart speaker di livello base, con un prezzo accessibile e una qualità audio eccellente per le sue dimensioni. Dotato di Google Assistant e Chromecast, offre una vasta gamma di funzionalità, come la richiesta di informazioni, la riproduzione dei tuoi podcast preferiti e la creazione di promemoria. Il Nest Audio è stato progettato per essere un altoparlante intelligente accessibile a tutti, e gli utenti dell’Assistente Google che hanno familiarità con l’hardware e il software di Google si sentiranno subito a casa. I fanatici della musica e dei podcast apprezzeranno la facilità di trasmissione dei contenuti multimediali a Nest Audio.

L’altoparlante ha una linea che lo divide verticalmente in due metà anteriore e posteriore, e un interruttore di disattivazione dell’audio dedicato che sottolinea la spinta di Google per la privacy. Quando l’interruttore è attivato, tutti e quattro i LED si accendono di colore ambra fino a quando l’altoparlante non esegue una nuova attività. La parte superiore dell’altoparlante è spezzata in tre segmenti nascosti che fungono da superfici tattili per controllare manualmente la riproduzione e il volume.

Il Nest Audio è disponibile in diverse opzioni di colore, e l’unico accessorio fornito da Google con Nest Audio è l’alimentatore CC.

Media EQ e Ambient IQ semplificano l’esperienza di ascolto, riducendo il tempo necessario per regolare l’altoparlante. Media EQ modifica dinamicamente la firma audio di Nest Audio in base al tipo di media scelto, mentre Ambient IQ cambia automaticamente l’uscita del volume in base al rumore ambientale.

La configurazione dello smart speaker Nest Audio richiede uno sforzo minimo o nullo. Tutto quello che devi fare è scaricare l’app Google Home e seguire le sue istruzioni per configurare un nuovo altoparlante.

Il Nest Audio è un’ottima scelta per chi cerca uno smart speaker di livello base, con una buona qualità audio e una vasta gamma di funzionalità. L’integrazione di Google Assistant e Chromecast semplifica la vita quotidiana, rendendo facile la creazione di promemoria e la riproduzione dei tuoi contenuti multimediali preferiti. Con il suo prezzo accessibile e la facilità d’uso, Google Nest Audio è un altoparlante intelligente che vale sicuramente la pena considerare.

Pro

  • Un design sobrio che va ovunque
  • Qualità del suono molto soddisfacente
  • Suono multiroom
  • Riconoscimento vocale impeccabile

Contro

  • L’Assistente Google non si evolve
  • Qualche latenza frustrante durante l’uso

5. Harman Kardon Citation One MKII: un potente diffusore elegante e facile da accoppiare

L’altoparlante Harman Kardon Citation One MKII è un prodotto di punta nella gamma di diffusori connessi del marchio, offrendo un design elegante e discreto che si integra perfettamente in qualsiasi ambiente. Il tessuto ignifugo e repellente allo sporco prodotto da Kvadrat dà al diffusore un tocco di classe, mentre la connessione Wi-Fi consente l’integrazione in un sistema multi-room con altri diffusori Harman Kardon.

La presenza dell’Assistente Google consente un facile controllo del dispositivo e di tutti gli oggetti collegati alla stessa rete, rendendolo ideale per l’ascolto della musica in streaming. Dotato di due altoparlanti con un tweeter da 20 mm e un woofer da 89 mm, l’altoparlante Harman Kardon Citation One MKII offre una potenza totale di 40 W e una risposta in frequenza eccellente, con una larghezza di banda ben lineare fino a 16 kHz, indipendentemente dall’angolo di misura.

Come il Bose Home Speaker 300 e l’Amazon Echo di quarta generazione, l’Harman Kardon Citation One MKII offre una funzione multi-room e una superficie superiore sensibile al tocco per il controllo del volume, l’attivazione dell’assistente vocale e la selezione delle sorgenti Bluetooth. L’installazione del dispositivo è estremamente semplice e può essere completata facilmente tramite l’applicazione Google Home.

L’altoparlante Harman Kardon Citation One MKII è disponibile in diversi colori, tra cui grigio chiaro, nero, blu e rosa, ed è quindi in grado di armonizzarsi con quasi tutti gli interni. Il dispositivo non ha bisogno di uno smartphone nelle vicinanze per ascoltare le tue domande e controllare gli oggetti connessi, offrendo un’esperienza di ascolto senza fili completa.

Nonostante la mancanza di un ingresso ausiliario, l’Harman Kardon Citation One MKII è un dispositivo di alta qualità, ideale per gli appassionati di musica alla ricerca di un altoparlante connesso elegante e ben equipaggiato. Dotato di un ottimo sistema di riconoscimento vocale, questo diffusore è una scelta eccellente per chiunque desideri un’esperienza di ascolto senza fili di alta qualità.

Pro

  • Una finitura esemplare
  • Potente riproduzione del suono
  • Bluetooth e Wi-Fi
  • Accoppiamento stereo facile

Contro

  • Suono a volte “impreciso”
  • Tendenza alla distorsione
  • Nessuna connessione cablata

6. Marshall Uxbridge Voice: lo smart speaker dallo stile inimitabile

Marshall Uxbridge Bluetooth Altoparlante intelligente Bluetooth con Alexa, Controllo vocale Wireless, Senza fili Casse, Nero
  • Suono inconfondibile: uxbridge voice è stato progettato per emettere un suono maestoso dalla sua struttura...
  • Infiniti modi di ascoltare: considera questo diffusore il tuo vip pass per scoprire tutte le canzoni del pianeta;...
  • Funzionalità multi-stanza: riempi casa tua con un suono avvolgente allestendo un impianto audio multi-stanza con...

Marshall Uxbridge Voice è un altoparlante multi-room della celebre azienda britannica di amplificatori per chitarra. La scelta del nome “Uxbridge Voice” non è casuale: il negozio in cui Jim Marshall vendette il suo primo amplificatore per chitarra si trovava proprio in Uxbridge Road, a Hanwell, sobborgo a ovest di Londra.

Il design dell’altoparlante wireless è indubbiamente elegante, con la sua caratteristica forma e quattro robusti piedini in gomma che gli conferiscono stabilità. La parte superiore dell’altoparlante è dotata di tutti i controlli necessari, tra cui un interruttore di disattivazione dell’audio, un pulsante pausa/riproduci/salta e tre bilancieri in ottone per il controllo del volume, dei bassi e degli acuti. La superficie è inoltre provvista di doppi microfoni a campo lontano per l’interazione con Alexa. Purtroppo, l’Uxbridge Voice non ha alcuna porta di connessione cablata, il che significa che l’unica opzione è quella di utilizzarlo in modalità Bluetooth o Wi-Fi.

È possibile regolare l’equalizzatore tramite l’app, scegliendo tra diverse opzioni predefinite, come Rock, Pop, Metal e Hip-Hop. Uxbridge Voice è anche compatibile con AirPlay 2, ma solo tramite il sistema Apple. La funzionalità più importante dell’Uxbridge Voice è l’integrazione di Amazon Alexa, che consente di utilizzare l’altoparlante come un normale Echo. In generale, l’Uxbridge Voice è un altoparlante elegante e dal design accattivante, ma la qualità audio non è all’altezza dei suoi concorrenti di fascia alta come Sonos One.

Pro

  • Stile marshall
  • Suono chiaro e definito
  • Equalizzatore a 5 bande
  • Spotify Connect, AirPlay 2 e Alexa Cast

Contro

  • Nessuna opzione di ascolto cablata
  • Manca di estensione nei bassi

7. Apple HomePod (2023): se sei immerso nell’ecosistema Apple questo è l’altoparlante intelligente per te

L’Apple HomePod (2a generazione) è l’ultimo smart speaker di casa Apple che non tradisce le aspettative. La sua estetica cilindrica e rivestita di tessuto a rete spugnoso è simile alla prima generazione di HomePod, ma all’interno c’è una grande differenza. La seconda generazione ha un woofer ad alta escursione e cinque tweeter, oltre a microfoni che captano sempre la voce dell’utente, indipendentemente dal contenuto riprodotto. Questo altoparlante intelligente ha anche un sistema audio computazionale avanzato che adatta il suono in base alla posizione dell’HomePod nella stanza, il che lo rende un’opzione affidabile per un audio di alta qualità.

Oltre alla sua capacità come singolo altoparlante, il nuovo HomePod (2a generazione) può essere sincronizzato con un altro HomePod per l’audio stereo. Inoltre, è completamente compatibile con l’ecosistema software Apple e può essere sincronizzato per AirPlay da qualsiasi dispositivo compatibile. Siri è disponibile per rispondere a qualsiasi domanda e il controllo dei dispositivi domestici collegati all’app Home di Apple è semplice ed intuitivo.

Il suono dell’HomePod (2a generazione) è di qualità eccellente, con un rombo di bassi notevole e un suono chiaro e nitido. Tuttavia, in alcune tracce impegnative, le parti strumentali e vocali più sottili possono essere sovrastate dal volume del woofer. Al contrario, se l’obiettivo è quello di riempire una stanza o organizzare piccole feste, il volume dell’HomePod raggiunge livelli elevati. Inoltre, è possibile accoppiare due HomePod per creare un’esperienza audio stereo per il proprio televisore tramite Apple TV e AirPlay.

L’HomePod è molto facile da utilizzare e la configurazione richiede solo di avvicinare un iPhone recente all’altoparlante. L’interfaccia dell’app Home è reattiva e l’uso di Apple Music o Apple Podcast è automatico. Tutto ciò che supporta AirPlay può essere utilizzato facilmente anche sull’HomePod, consentendo all’utente di utilizzarlo per l’audio del computer wireless in tutta la casa.

Apple HomePod (2a generazione) è un’ottima scelta per gli utenti dell’ecosistema Apple che cercano un’esperienza audio di alta qualità e facile da usare. Con Siri integrato, la possibilità di accoppiare due HomePod per un’esperienza audio stereo e l’ampia compatibilità con i dispositivi Apple, l’HomePod è un’ottima aggiunta per qualsiasi casa.

Pro

  • Design multiuso per la casa
  • Regolazione automatica in base alla posizione dell’altoparlante
  • Bassi generosi e buon bilanciamento generale
  • Eccellente spazializzazione per i contenuti Dolby Atmos
  • Controllo domotico con Siri

Contro

  • Progettato solo per gli utenti Apple

Come scegliere il tuo altoparlante connesso?

Quale assistente vocale scegliere?

Attualmente, il mercato è dominato da tre assistenti vocali: Alexa, Google Assistant e Siri. È probabile che, ogni tanto, ne userai uno anche sul tuo smartphone.

Siri, a differenza degli altri due assistenti, viene utilizzato soltanto su un singolo altoparlante collegato, ovvero l’HomePod di Apple. Come sempre, Apple sorveglia attentamente i suoi beni e non consente a nessun produttore di terze parti di integrare il suo assistente in un altoparlante. Quindi, se non acquisti un HomePod, non troverai Siri da nessun’altra parte.

Google e Amazon stanno combattendo una guerra accanita. Alexa e Google Assistant si stanno evolvendo allo stesso ritmo e offrono ora le stesse funzionalità. La maggior parte dei produttori di dispositivi connessi, come prese, fotocamere, lampadine, ecc., offre anche la piena compatibilità con i due assistenti vocali americani.

Tuttavia, Google mantiene un piccolo vantaggio offrendo più servizi, in particolare il protocollo Cast. Ciò consente di trasmettere in streaming musica da uno smartphone o un PC a un altoparlante compatibile.

Anche Alexa ha i suoi pregi. Questo assistente vocale può sfruttare numerosi vantaggi di Amazon, come la possibilità di ordinare prodotti sul sito con la voce. Capirai, non esiste un assistente migliore dell’altro. Il 99% delle funzionalità di questi assistenti vocali è identico.

Quale budget vuoi destinare al tuo diffusore connesso?

Negli ultimi anni, gli smart speaker sono diventati un must-have per gli appassionati di musica e tecnologia. Sebbene all’inizio la maggior parte dei modelli non superasse i 200€, ora la situazione è drasticamente cambiata. I marchi di alta fedeltà stanno rilasciando altoparlanti che costano più di 500€.

Naturalmente, il budget dipende principalmente dalla qualità del suono che si desidera ottenere dal proprio smart speaker. Ad esempio, se si sceglie un Echo Dot o un Nest Mini da 50€, non ci si può aspettare un’esperienza audio soddisfacente. Questi modelli sono ideali per gestire la domotica, come accendere e spegnere le luci o le prese senza spendere una fortuna.

Al di là dei 200€, l’offerta diventa più interessante. Ad esempio, l’Echo Studio o il Sonos One sono due altoparlanti connessi molto attraenti, in grado di produrre un suono di alta qualità.

Ma al di sopra dei 500€, si acquista principalmente un vero e proprio altoparlante di alta qualità. Marchi rinomati come Klipsch o Harman Kardon occupano la parte superiore del mercato, offrendo modelli con una qualità sonora eccezionale, simile agli altoparlanti tradizionali. In questo caso, l’assistente vocale diventa più un bonus che una funzione essenziale. Si noti, tuttavia, che la connettività di questi modelli è inferiore rispetto alle loro controparti senza intelligenza artificiale. Ma se si cerca un suono di alta qualità, vale la pena investire di più.

Di quali connessioni hai bisogno per il tuo smart speaker?

Qualunque sia il modello scelto, il tuo futuro smart speaker dovrà avere almeno il Wi-Fi. La maggior parte dei modelli utilizza la banda a 2,4 GHz, anche se alcuni sono compatibili anche con la banda a 5 GHz. Inoltre, il Bluetooth è presente nella quasi totalità degli altoparlanti connessi sul mercato.

Questi requisiti minimi ti consentono di utilizzare i servizi di streaming come Spotify o Deezer, ma anche di trasmettere in streaming la musica dal tuo smartphone all’altoparlante. Inoltre, grazie alla presenza del Wi-Fi, puoi configurare una rete multi-room che ti permette di riprodurre la stessa musica in diverse stanze contemporaneamente, sebbene sia necessario un budget elevato per farlo.

Per andare oltre, alcuni produttori dotano i loro dispositivi di connettori aggiuntivi come la presa jack da 3,5 mm, che ti permette di collegare un altoparlante più efficiente all’altoparlante connesso. Tuttavia, i connettori audio rimangono poco comuni sugli altoparlanti con assistente vocale, quindi non sarà possibile collegare un amplificatore al tuo Amazon Echo.

Dj-pro.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it